20161025_151028_800x600

Pavimenti industriali in resina: pro e contro

  • Si è portati spesso a credere che scegliere un pavimento industriale in resina significhi posare una soluzione preconfezionata, ma nulla è più sbagliato.
  • Scegliere una pavimentazione in resina industriale vuol dire essere parte di un progetto che avviene insieme all’azienda fornitrice del prodotto, in modo che si possa avere ciò che si desidera, in maniera personalizzata e funzionale alle proprie esigenze, sia dal punto di vista estetico e pratico.
    Anche se l’applicazione potrebbe apparire semplice, un pavimento industriale in resina richiede una progettazione che conduce ad una soluzione esclusiva, difficile da replicare altrove, proprio perchè le necessità richieste sono differenti. Le valutazioni devono essere svolte sulla base delle prestazioni richieste alla superficie, alle attese estetiche, alla spesa prevista, all’ambiente di installazione, al clima del luogo e, una volta che tutto quanto espresso è chiaro e ben specificato, si passa alla scelta della resina ideale e del suo supporto. Il ciclo resinoso deve quindi essere compatibile e rispettoso delle esigenze della clientela, rispondendo a quanto richiesto.

I pro di un pavimento industriale in resina

I vantaggi di una pavimentazione in resina industriale sono superiori agli svantaggi, ma è sempre utile guardare al proprio interesse e fabbisogno, dato che le resine di rivestimento mutano a seconda dei casi.

  • Resistenza: le resine per pavimenti industriali riescono a conferire una buona resistenza superficiale al punto che l’intera area ricoperta diviene calpestabile anche con mezzi pesanti. Resiste ai graffi e alle piccole scalfitture, restituendo elevata capacità di far fronte agli urti. Inoltre la resistenza delle pavimentazioni industriali in resina riguardano anche gli agenti chimici.
  • Estetica: i pavimenti in resina offrono grande resa estetica, al punto che vengono impiegati anche per centri commerciali, esercizi pubblici, grandi saloni per ricevimenti, ricreando un ambiente non solo piacevole, ma anche funzionale. I colori delle resine epossidiche per pavimentazioni sanno essere brillanti, lucidi, opachi, pastello e caratterizzati da altri effetti, con lo scopo di regalare un buon impatto visivo, grazie a particolari decorativi che possono essere ottenibili con le resine. Ciascun pavimento è unico nel suo genere ed è difficile replicare la stessa identica proposta in due luoghi diversi. Il posatore può dunque essere particolarmente creativo e realizzare speciali decori. Anche la finitura che è possibile ricavare da una pavimentazione in resina è unica a seconda del grado di brillantezza che si desidera dare alla superficie, la quale può essere liscia o ruvida.
  • Funzionale: la funzionalità di una resina industriale per pavimenti è una delle migliori proprietà di cui il materiale si avvale. Lo spessore di rivestimento è sottile e questo rende idonea la stesura anche su pavimentazioni riscaldanti, senza impedire la diffusione termica del calore.
  • Igienico: un pavimento in resina industriale si pulisce con grande facilità, asciuga rapidamente e resiste molto bene agli agenti chimici contenuti nei detergenti. La prova è che vi sono moltissime applicazioni nelle scuole, negli ospedali e nelle strutture sanitarie in generale.
  • Pratico: resine autolivellanti per pavimenti industriali, resine per pavimenti in cemento esterni, pavimenti per officine meccaniche, sono solo alcuni esempi di come una resina industriale per pavimentazioni possa essere la risposta pratica nelle diverse situazioni. Inoltre la stesura non comporta linee di giunzione, creando continuità di superficie sempre ben apprezzata.

Leggi questa guida sui pavimenti in resina: riduci a zero tutte le probabilità di commettere errori!

I contro di un pavimento industriale in resina

Dopo i vantaggi, è la volta di capire gli svantaggi di una pavimentazione in resina industriale.

  • Durata: sebbene la durata di un pavimento industriale in resina sia molto lunga, bisogna dire che non è eterna. C’è però un vantaggio: la resina è stendibile sopra diverse superfici, anche rovinate, rendendo possibile il ripristino di pavimenti industriali.
  • Invecchiamento: con il tempo il pavimento invecchia, proprio come una superficie piastrellata che con gli anni perde la sua brillantezza e tende all’opacizzazione. Stabilire a priori quanto l’invecchiamento influenzi lo strato resinoso non è semplice, poichè dipende da molte situazioni, a partire dal clima, dalle condizioni atmosferiche e dalle sollecitazioni. Ciò per dire che comunque le resine per pavimenti industriali non sono eterne e sono sottoposte al normale ciclo di vita proprio come pavimentazioni in legno o in cotto. Oltre alle scalfitture dovute alle cadute accidentali di oggetti oppure alle continue sollecitazioni nel tempo, è possibile che col trascorrere degli anni venga persa quella brillantezza tipica delle resine e il rivestimento tenda ad ingiallire.

 

Ti potrebbe interessare: