Diarrea: quali sono le cause e come si forma

cause-di-diarrea-

La diarrea è l’emissione di feci acquose o liquide che può colpire sia bambini che adulti e tutti, almeno una volta nella vita, possiamo dire di essere stati colpiti da questo disturbo. Quali sono le cause e come si forma? E cosa mangiare in caso di diarrea? Seguiamo questo interessante articolo di approfondimento che spiega cosa mangiare in caso di diarrea per evitare di disidratarsi e risolverla prima che degeneri in qualcosa di più pericoloso.

Diarrea: quali sono le cause

Le cause della diarrea sono numerose. Nella maggior parte dei casi, il disturbo è dovuto a varie infezioni virali, batteriche e parassitarie, ma può anche essere scatenato dalla presenza di patologie come diverticolite, ischemia intestinale, allergie, intolleranze, intestino irritabile, avvelenamento da funghi e sostanze tossiche.

Altre cause possono essere l’assunzione di lassativi, antibiotici, diuretici e antiacidi che durante il trattamento possono sconvolgere l’equilibrio dei batteri intestinali. Anche il cibo contaminato può causare la diarrea, così come problemi può essere causata anche da stress e da errate abitudini alimentari. Nei bambini e negli anziani il pericolo maggiore in caso di diarrea persistente è quello della disidratazione, provocata da una eccessiva perdita di liquidi.

Diarrea: come si forma

Come si forma la diarrea? Sono quattro i meccanismi che portano alla sua formazione:

Quando si verifica un’abbondante escrezione di sale e acqua attraverso le cellule della mucosa intestinale o le cellule non sono in grado di assorbire acqua dal contenuto intestinale.

Quando un accumulo di acqua lega le sostanze nell’intestino comporta la dispersione di liquidi attraverso le pareti intestinali.

Quando la mucosa intestinale viene infiammata si presenta come sintomo secondario.

Quando il transito intestinale viene sconvolto a causa di un rallentamento o di un’accelerazione. In entrambi i casi il tempo è insufficiente affinché avvenga la digestione e l’assorbimento dell’acqua.

Diarrea: cosa mangiare

E’ importante non assumere, durante la diarrea, cibi ricchi di saccaridi complessi, difficili da digerire, come la pasta, il pane bianco, e nemmeno prodotti a base di latticini, poco digeribili e che possono causare forti dolori addominali. Nel periodo in cui la diarrea è più forte è bene mangiare poco, giusto per sfamarsi.

Invece, i cibi da mangiare in caso di diarrea devono essere piuttosto liquidi: ad esempio, indicato è il brodo di pollo, di aspice e similari, ideali per ripristinare nel corpo la quantità di liquidi e sali minerali perduti durante le scariche. Evitare di dare però brodo di manzo ai bambini, neonati o soggetti che sono allergici a qualche alimento.

Quando il flusso della diarrea si attenua si possono introdurre gradualmente altri cibi come biscotti, banane, pollo bollito e altri cibi digeribili e non irritanti per l’organismo come le patate lesse, il riso bianco e quello integrale, i pesci magri bolliti e con succo di limone, la mela cotta, le carote cotte, il tuorlo d’uovo. Questi cibi vanno però introdotti gradualmente, in piccole porzioni e bisogna attendere che scompaiano tutti i sintomi per poter mangiare normalmente. Per ultimo vanno inseriti latte, latticini e carne.