Traduizioni professionali, trend in continua crescita

2

Mai come negli ultimi anni il settore delle traduzioni ha visto una forte crescita in virtù della sempre crescente internazionalizzazione dei mercati.

Se fino a pochi anni fa un brand poteva permettersi di comunicare esclusivamente con i suoi clienti italiani, oggi è impensabile non promuovere i propri prodotti online traducendo la propria strategia di marketing anche in altre lingue.

Per non parlare poi della rivoluzione portata dai social media riguardo alle tempistiche di diffusione delle informazioni: al giorno d’oggi la tempestività della comunicazione è fondamentale se si vuole rimanere al passo con i tempi.

Insomma, ormai le aziende hanno la necessità di espandere la propria strategia su più piattaforme in contemporanea, nel modo più universale ed incisivo possibile.

In seguito a questo boom informatico sono nati numerosi servizi di traduzione volti a rispondere a questa necessità di espansione del messaggio.

Le lingue più richieste e la localizzazione dei testi

Un aspetto della traduzione di un testo che viene spesso ignorato è la sua localizzazione, ossia il suo adattamento alla terminologia ed alla cultura del paese di destinazione di modo che il messaggio risulti chiaro ed incisivo.

Questo risulta particolarmente importante nel riadattamento dei siti internet e delle campagne di marketing, in quanto gli slogan originali potrebbero risultare poco comprensibili ed inefficaci nel momento in cui vengono tradotti in un’altra lingua.

Proprio per andare incontro a questa necessità di mercato si è dunque visto un notevole aumento nelle richieste di servizi di traduzione e transcreazione dei testi e traduzioni creative nell’arco degli ultimi anni.

Non da meno è la scelta dei paesi stranieri in cui espandere il proprio business: che si tratti di pubblicazioni editoriali o di attività imprenditoriali, conoscere l’attuale andamento dei mercati nel mondo risulta ormai di fondamentale importanza.

Un primo passo fondamentale in una strategia di comunicazione internazionale è quello di individuare tempestivamente i mercati in via di sviluppo e trovare il modo migliore per comunicare in essi il proprio messaggio.

Se originariamente le lingue più parlate e quindi richieste nell’ambito delle traduzioni erano inglese, francese, spagnolo e tedesco in quanto utilizzate nei paesi di maggiore influenza economica, ad esse oggi si affiancano tutta una serie di altri idiomi corrispondenti ai nuovi mercati in maggiore ascesa.

Ecco cosí che negli ultimi anni si è visto un progressivo incremento nelle richieste di riadattamento in cinese, russo, portoghese e giapponese.

La conoscenza dell’inglese rimane in ogni caso di cruciale importanza in quanto ancora largamente utilizzata nel mondo informatico e lavorativo internazionale.

I nuovi servizi informatici a disposizione dei professionisti

Un trend in forte ascesa negli ultimi anni è rappresentato senza dubbio dai servizi di traduzione automatica, ossia software estremamente efficienti che permettono di velocizzare l’opera di conversione memorizzando testi già elaborati e riutilizzandoli successivamente per mantenere la continuità terminologica e lessicale dei testi in lavorazione.

Chiaramente questi tools, pur essendo estremamente avanzati, non sono in grado di sostituire l’opera di un professionista, ma permettono indubbiamente di velocizzarne considerevolmente il lavoro intervenendo sulle ripetizioni e permettendogli cosí di dedicare più tempo ad altri aspetti più importanti.

Questi sistemi vengono talvolta utilizzati anche da soli per far fronte alla sempre crescente richiesta di traduzioni rapide e low cost per cui è sempre meglio verificare che tipo di servizio si celi dietro un preventivo eccessivamente economico.

Un altra soluzione non professionale sono i traduttori automatici gratuiti, come può essere per esempio Google Translate, i quali creano traduzioni letterali dei contenuti basandosi esclusivamente su di un dizionario multilingue interno, con risultati spesso discutibili.

Questi servizi gratuiti, nonostante le evidenti imprecisioni, possono risultare un valido alleato se utilizzati alla stregua di un vocabolario per la ricerca di singole parole e loro sinonimi da rielaborare poi all’interno del testo su cui si sta lavorando.

Viviamo in un’epoca estremamente stimolante e ricca di rivoluzioni tecnologiche, che spesso porta a sopravvalutare l’operato delle “macchine”, ma è importante non dimenticare il valore aggiunto della componente umana all’interno di un progetto.

Gli smartphone e la rivoluzione dei social media

 Negli ultimi anni l’industria delle traduzioni è stata fortemente impattata dalla diffusione inarrestabile degli smatphone, con i quali le nuove generazioni vivono in maniera quasi simbiotica scaricando applicazioni e interagendo incessantemente tramite i propri profili social.

I social media in particolar modo, oltre a permettere la condivisione istantanea di foto, video e pensieri, permettono di entrare rapidamente in contatto con un bacino di utenza estremamente ampio e variegato.

Questo a portato sempre più brand e personaggi pubblici a dover adeguare le proprie modalità di comunicazione e pubblicizzazione dei propri prodotti.

Per diffondere la propria strategia di marketing in questa direzione, le aziende si sono dovute necessariamente affidare a figure professionali in grado di poter trasmettere efficacemente il messaggio e tradurlo nelle lingue più diffuse, di modo da raggiungere il più vasto pubblico possibile.

Un altro ambito fortemente in ascesa è quello della traduzione e della localizzazione delle applicazioni.

In seguito all’avvendo della telefonia mobile, il business delle app ha saputo espandersi in maniera sempre più prepotente all’interno del mondo informatico: basti pensare che secondo le ricerche di mercato, nel corso del 2017 ne sono state scaricate più di 90 miliardi.

Un business dunque estremamente fiorente ed in costante crescita, che ha portato gli sviluppatori a convertire i propri prodotti in più lingue possibile di modo da facilitarne la diffusione e l’utilizzo da parte di un pubblico sempre più ampio.

Youtube e la diffusione dei contenuti multimediali

 Dalla sua fondazione nel lontano 2005, Youtube ha saputo progressivamente rivoluzionare a livello globale il mondo della comunicazione multimediale, fino a trasformarsi in una piattaforma quotidianamente utilizzata da milioni di utenti in tutto il mondo.

Si stima che in un solo mese sia visitato da più di un miliardo di utenti e che ogni ora vengano caricate diverse centinaia di ore di video, obbligando il mercato internazionale ad adeguarsi a questa nuova forma di comunicazione.

Può rivelarsi un ottimo alleato in ambito lavorativo, a patto di rendersi competitivi e riuscire a guadagnare abbastanza visualizzazioni utili per promuovere il proprio business.

Questo significa dover spesso tradurre i propri video in diverse lingue, generalmente tramite sottotitoli attivabili tramite i comandi forniti dalla piattaforma.

Questo ha portato quindi ad un considerevole aumento della richiesta di servizi di traduzione in grado di far fronte a questo bisogno in maniera rapida e professionale, di modo da poter rendere universalmente comprensibile il messaggio.