biscotti-tradizionali-abruzzo

I biscotti tradizionali dell’Abruzzo 

L’Abruzzo non è solamente una regione molto ricca di tradizioni gastronomiche basate su ingredienti come carne ovina, formaggi e tartufo: si tratta di una regione con una profonda e radicata cultura della cucina dei dolci. I biscotti, in particolare, sono una vera passione per gli abruzzesi. Anche i dolci abruzzesi, come tutte le ricette, sono prodotti prevalentemente con ingredienti semplici come avviene per tutti i loro piatti. 

I dolcetti abruzzesi sono caratterizzati dal loro gusto intenso e dalla loro forma spesso originale. Sono davvero tanti i biscotti tradizionali dell’Abruzzo; per chi desidera  saperne di più vi segnaliamo il sito prodottitipiciabruzzesi.com. Vediamo adesso quali sono i biscotti tipici di questa regione, e quali preparare magari sotto le feste.

 Le ferratelle

 Le ferratelle sono un tipico biscotto abruzzese, caratterizzato dal fatto che la griglia che si imprime sulla loro superficie ricorda un po’ i waffle. 

Le ferratelle sono biscotti estremamente gustosi e possono avere diverse forme, anche a seconda della zona della regione dove sono preparate. Nelle varie città abruzzesi hanno anche diversi nomi. Possono essere mangiate da sole, con la marmellata d’uva tipica abruzzese e con crema pasticciera o cioccolato e sono veramente gustose.

 I biscotti della tresca 

 Questi biscotti sono preparati tradizionalmente durante l’ultima fase del raccolto. Per prepararli vi servono zucchero di canna, farina, uova, olio extra vergine, cannella, latte, scorza di limone e lievito. Setacciate la farina e mischiate al lievito, unite lo zucchero, metà delle uova e il latte. Impastate qualche minuto, poi incorporate le altre uova, gli aromi e l’olio. Il composto dev’essere simile a quello della pasta frolla. Ora non vi resta che stendere il composto e ricavare dei biscotti di lunghezza circa 7 cm, metterli su una teglia leggermente infarinata, cuocere per un quarto d’ora e comunque finchè si dorano a 180 gradi.  

Le ciambelle al vino 

 Un altro dolcetto abruzzese molto gustoso sono le ciambelle al vino. Nella versione regionale sono fate con una farina speciale prodotta nell’area del Gran Sasso, la Solina. Ingredienti sono farina, zucchero, olio, farina Solina, Montepulciano d’Abruzzo, semi d’anice e finocchietto. Queste ciambelle uniscono due ingredienti che sono particolarmente amati e che rappresentano l’orgoglio del territorio: parliamo della farina di Solina e del famoso vino abruzzese, il Montepulciano d’Abruzzo, uno dei rossi più venduti a livello nazionale. Ma come si preparano queste gustose ciambelle? L’importante è usare questi ingredienti speciali per rievocare questi sapori. Ecco la ricetta delle ciambelle al vino.

Si setaccia la farina e la si unisce ad un mix fra vino ed olio, zucchero e aromi, impastando fino a che il composto non ha un aspetto omogeneo. Fate riposare in frigo per mezz’ora, coperto da uno strofinaccio. Quindi riprendete l’impasto, create dei cordoncini di pasta che chiuderete alle loro estremità formando degli anelli, come dei taralli. Infornate a 190 gradi per circa una ventina di minuti. 

 Gli amaretti 

 Gli amaretti sono un dolce tipico del Carnevale abruzzese. Oggi, però, sono consumati durante tutto il periodo dell’anno. Gli amaretti abruzzesi non assomigliano molto a quelli del Piemonte: infatti oltre alle mandorle, essi prevedono nella loro ricetta anche la scorza di limone, che dona loro un gusto frizzante. 

Come si fanno gli amaretti abruzzesi? Si tritano le mandorle dolci ed amare, e si montano gli albumi a parte. Poi si aggiunge la scorza di limone grattugiata al composto unito, e si fa riposare tutto in frigo per almeno tre ore. A questo punto si mette un velo di farina e zucchero sul piano di lavoro, si creano dei piccolo tondi un po’ schiacciati e si inforna tutto a 150 gradi per mezz’ora. Buon appetito! 

Ti potrebbe interessare: